Olidata notebookCirca tre settimane fa ho avuto il (dis)piacere di provare un notebook Olidata di un amico mio che m’ha chiamato lamentando riavvii continui del sistema operativo (Windows XP). Il notebook in questione è un Olidata Theom 7600 con Windows Vista Home Premium downgradato a Windows Xp Professional. Le caratteristiche le trovate qui. Tutto sommato un pc semplice, per un utenza semplice. Il proprietario ci naviga, ci chatta e ci scarica, quindi tutto nella norma.

Il caso:

Preso in carico il pc, lo porto a casa e faccio il backup dei dati grazie ad una copia di Ubuntu Linux che subito si avvia col video a bassissima risoluzione. Ho poi scoperto navigando che questo pc non supporta molte distribuzioni Linux, facendo uso di hardware non diffusissimo, quindi non testato dalle maggiori Software House di Linux.

Finito il backup dei dati, uso il disco di ripristino creato precedentemente alla sciagura ed il pc pochi min dopo torna allo stato di partenza, ovvero come uscito di fabbrica.

La settimana dopo vengo richiamato da questo amico mio, pc di nuovo bloccato! Mi riporta il pc backup un’altra volta, ripristino Sistema Operativo e subito test dell’hard disk. Test riuscito, hard disk funzionante senza settori danneggiati.

Analisi:

Riconsegnato il pc mi faccio spiegare come lo usa abitualmente. La risposta è la classica di chi ha un portatile e non sa che quel “giocattolino” è pur sempre un computer: “lo uso sul letto tutte le sere per chattare, lo lascio acceso tutti i giorni a scaricare” Ecco..un calore del genere generato e tenuto li sotto, tutto il giorno tutti i giorni, sicuramente non fa bene all’hard disk. Mi era già successo altre volte che la sostituzione dell’hard disk risolvesse il tutto per ovvie ragioni. Mi dirigo verso il mio negozio di fiducia e compro un hard disk da 320 gb sata II a 75 euro.

La scoperta:

Lo monto e: blocco del pc! Difficilmente riesco ad accedere al bios! Il bios riconosce il nuovo componente ma non lo abilita! Comincio ad alterarmi ma cerco comunque di risolvere il problema. Il cd di ripristino creato precedentemente è valido, come dice la casa stessa sul sito, per ripristinare il sistema operativo anche in caso di sostituzione di hard disk.

Motivo: Windows XP non parte con il nuovo pezzo. E non è un problema di compatibilità di hard disk poiché in quel caso l’installazione sarebbe partita ma all’atto di scegliere dove installare il sistema, Windows non avrebbe rilevato il componente nuovo. Mi sa tanto che l’unico modo per sostituire hard disk è farlo fare a loro, dietro lauta ricompensa ovviamente! Ma che strano vero?

newsletter stefanosponsillo

Iscriviti alla mia Newsletter

Iscriviti per ricevere aggiornamenti e consigli sul web, seo e sviluppo software

You have Successfully Subscribed!

Pin It on Pinterest

Share This